Seminari e corsi


Laboratorio sulla psicogenealogia di Jodorowsky

Tarocchi e Psicogenealogia

Alla scoperta del destino familiare

 

 

DATE DEGLI INCONTRI

 

 

 

14 ottobre 2018  (9.30 – 18.00 circa, con pausa pranzo)

 

18 novembre 2018 (9.30 – 18.00 circa,con pausa pranzo)

 

(Altre date da concordarsi tra i partecipanti)

 

 

 

Sede: Udine o Pordenone

(verrà deciso in base al numero di iscrizioni)

 

 

Materiale minimo occorrente: un mazzo di Tarocchi di Marsiglia Camoin Jodorowsky

 

 

PERCORSO DI PRATICA

 

 

I Tarocchi nella visione psicogenealogica non sono strumenti per predire il futuro bensì per riconnettersi alla nostra saggezza interiore.

 

I Tarocchi non sono stati ideati uno ad uno simboli separati, ma come parte di un’unità. Rappresentano il percorso dell’Anima per la sua realizzazione quale Essenza luminosa, creativa e autentica.

 

L’individuo non è separato dal suo clan familiare, anzi ne esprime frustrazioni e nodi irrisolti come pure talenti e realizzazioni. Sul piano psichico siamo il risultato di un’accumulazione, siamo la somma di benedizioni, di vita, di amore ma anche di inevitabili errori, false soluzioni, abusi da parte della famiglia… Per poter ritrovare il centro luminoso del nostro Essere Essenziale, il nucleo dal quale i petali delle nostre potenzialità possono schiudersi in totalità, dobbiamo sapere chi siamo, da dove veniamo ed eliminare dalla nostra memoria le scorie che non servono più, che forse non sono mai servite: credenze, strutture psicologiche distorte, automatismi quotidiani inutili.

 

 

 

I Tarocchi sono uno strumento per penetrare in questo ambito: per illuminare il passato familiare e sociale che ci ha plasmato e, allo stesso tempo, per proiettare il nostro Essere Essenziale verso il futuro cui saremo noi a dare valore, forma e direzione esprimendo i nostri talenti e qualità.

 

 

 

PROGRAMMA DI MASSIMA

 

 

Numerologia e dinamica dei Tarocchi

 

Arcani Maggiori – sintesi dei significati

 

I 4 centri energetici e gli Arcani Minori

 

I Tarocchi e l’Albero genealogico

 

Esercizi di lettura dei Tarocchi per sé e per gli altri

 

(Letture con 1, 2 e 3 Arcani)

 

 

 

Durante gli incontri sono previsti esercizi individuali, a coppie fra i partecipanti, lavori di gruppo e condivisioni.

 

 

 

Attitudini necessarie al lavoro sono: responsabilità e assenza di giudizio.

 

 


Laboratori sulla psicogenealogia di Jodorowsky

LE TRIADI PARENTALI

 

La matematica dei rapporti con i genitori

 

DATE DEGLI INCONTRI

 

 

20-21 ottobre 2018 (9.30 – 18.00 circa)

Sede Ass. Panta Rei (Belluno)

 

PERCORSO DI PRATICA

 

 

La prima relazione fondamentale di ogni bambino/a è con i suoi genitori (triade madre-padre-figlio/a). I genitori sono i nostri “dei” interiori. Questo primo “incontro assoluto” programma le modalità con cui noi bambini/e, diventati adulti, entriamo in relazione psicologica e biologica con il mondo circostante, con il clan di appartenenza, con il proprio partner e con l’ambiente di lavoro.

Le triadi sono le strutture su cui si costruisce il nostro inconscio relazionale e sessuale.

L’equilibrio dei futuri rapporti con gli altri è plasmato sul risentito durante i primi anni di vita.

 

PROGRAMMA DI MASSIMA

 

 

La triade madre-padre-figlio/a

I legami sui vari piani: intellettuale, affettivo, creativo, materiale

Le relazioni d’unione, separazione, conflitto, dominazione e l’unione simbolica

Le otto relazioni fondamentali madre-padre-figlio/a

Le programmazioni inconsce: comportamenti e disfunzioni.

 

Ampio spazio verrà dato ad esercizi sulla propria triade,

sia individuali sia di gruppo.

Attitudini necessarie al lavoro sono: responsabilità e assenza di giudizio.

 

 

Lo scopo di questo lavoro personale è quello di comprendere le programmazioni genealogiche che ci “possiedono”, di trovare un modo per svincolarsi da esse per poter divenire creatori della nostra esistenza.


Psicogenealogia/Metagenealogia

PERCORSO DI APPROFONDIMENTO E PRATICA

 

In tale contesto il lavoro sarà quello di rintracciare i conflitti e le memorie dei nostri avi attraverso la genealogia. Parafrasando il vecchio detto “Le colpe dei padri ricadranno sui figli” si vedrà che noi affrontiamo i problemi odierni con le stesse dinamiche dei nostri avi, senza sapere che questi hanno radici lontane. I conflitti irrisolti riaffiorano nella nostra vita e ci programmano dando vita al nostro destino.

 

Le memorie del nostro gruppo sociale, familiare ci segnano e fanno “sistema” con la nostra vita limitando la nostra libertà individuale.

 

Siamo abitati da tutti i personaggi della famiglia e i nostri antenati portano sofferenze, ma anche preziosi tesori!

 

Questo percorso comprende la capacità di entrare in risonanza con le vite dei nostri antenati, con i loro desideri e paure, con le frustrazioni ed i successi. Tutto ciò è in noi, nelle nostre cellule, e per essere liberi è necessario comprendere e “sentire” ciò che crea ombra e prigionia alla nostra energia vitale. Per noi stessi, per i nostri cari e per il pianeta intero, in funzione a ciò che possiamo portare: bellezza, amore, creatività, salute e aiuto reciproco.

 

Attitudini necessarie al lavoro sono: responsabilità, umiltà, assenza di giudizio e volontà di andare oltre il proprio ego per giungere al benessere del proprio albero.

 

Durante i seminari sono previste esercitazioni singole e fra i partecipanti e condivisioni con il gruppo. Fra un incontro e l’altro si potrà approfondire lo studio del proprio albero familiare tramite esercizi e pratiche.

 

 

PROGRAMMA DI MASSIMA

 

Guida alla raccolta delle informazioni utili all’Albero.

Struttura e schema

Il valore e l’importanza della meta

I 4 elementi e relative invasioni. Centro intellettuale, emozionale, sessuale/creativo e materiale. I Tarocchi come guida.

 

Ripetizioni e memorie cellulari legate alla linea genealogica

Memorie collettive familiari e personali

Le memorie fondanti la nostra nascita.

Paternità e maternità, conflitti e ripetizioni.

 

Nodi e nuclei

Abusi nei 4 centri

Ostacoli e alleati

 

La liberazione dell’individuo e dell’albero

Atti individuali e collettivi